uesto č un sunto del programma dove sono descritte le varie fasi della battaglia, comprese quelle che non ci riguardano direttamente. Vi potranno essere ancora alcuni piccoli perfezionamenti ma le linee generali rimangono quelle descritte. In ogni caso, vi sarā un incontro sabato con i capitani e una prova generale la domenica mattina. E’ pertanto richiesta la presenza di tutti i partecipanti sia sabato sera (anche chi non si ferma a dormire) che domenica a partire dalla mattina (gli orari verranno comunicati quanto prima). Per quanto concerne la sera di sabato, ci stiamo attivando per cucinare la famosa "zuppa dell’untore" (meglio nota come la zuppa del Marello) sia per noi che per gli altri gruppi del campo, che invece prepareranno 2 maiali allo spiedo. Chi vorrā darci una mano per i preparativi……. sarā ben accetto.

 

Disposizione iniziale per l’entrata in campo:

 

 

Lombardi

  • 2 guardie carroccio contrade
  • 1 frate contrade
  • 25 fanti picchieri contrade
  • 2 frati nostri
  • 50 fanti armati
  • 10 cavalieri
  • 15 fanti picchieri contrade

 

Imperiali

  • 25 fanti picchieri contrade
  • 50 fanti armati
  • 10 cavalieri

 

Posizionamento nelle rispettive zone passando dal centro del campo, mantenendo l’ordine di entrata :

  • Lombardi davanti al Carroccio
  • Imperiali a sx nel fossato

 

 

Dimostrazioni dei gruppi ospiti :

(Il nostro č il primo gruppo, serie di tiri seguendo i comandi di Carlo) durata dimostrazione dai 5 ai 7 minuti.

 

I° scena:

  • Scontro tra le avanguardie a cavallo imperiali e lombarde

 

II° scena:

  • I cavalieri lombardi ripiegano verso il boschetto dietro il Carroccio

 

III°scena:

  • Cavalieri imperiali attaccano il Carroccio.
  • Gli armati lombardi superano i picchieri e alcuni di loro (non il nostro gruppo) affrontano la cavalleria che indietreggia e si nasconde dietro il "montarozzo".
  • Armati e picchieri lombardi esultano e ritornano alle posizioni originarie.

 

IV°scena (I° Combattimento):

  • Gli armati imperiali entrano in campo dalla SN e scendono dal "montarozzo", gli armati lombardi si scontrano con gli imperiali che perdono terreno fino a ritrovarsi al centro del campo.
  • Pausa e recupero dei feriti da parte dei frati

 

V° scena (II° Combattimento):

  • Squillo di chiarine.
  • Il Barbarossa sale sul "montarozzo" insieme a 25 picchieri imperiali, da il via all’attacco e avanza con la cavalleria superando gli armati imperiali, la cavalleria si apre e gli armati si scontrano.
  • Lo scontro si porta a ridosso del Carroccio.
  • Recupero dei feriti da parte dei frati durante l’azione.

 

VI°scena (III° Combattimento):

  • Dal boschetto entra Alberto da G. con 6 cavalieri, mentre da DX entrano i cavalieri lombardi.
  • Gli armati si scontrano, nel frattempo Alberto da G. affronta e appieda il Barbarossa che combatte da terra e prima di soccombere viene fatto montare su un cavallo di un imperiale. I due ripiegano e vi č la ritirata generale degli imperiali, inseguiti da tutti i lombardi con Alberto da G.
  • I picchieri e gli armati lombardi arrivano fino al "montarozzo" fermandosi, mentre gli imperiali si ritirano nel fossato SN.
  • Recupero dei feriti da parte dei frati.

 

VII°scena:

I cavalieri lombardi rientrano sul campo portando le insegue catturate al nemico, depositandole davanti a Alberto da G. che alzando le insegne dell’imperatore raccoglie gli onori dei combattenti e del pubblico.

 

VIII°scena: Ringraziamenti e presentazione dei singoli gruppi